take a seat

IL DISTRETTO ALLA FIERA DEL MOBILE DI COLONIA

17.02.2012 ways of seating Rosalba Tello

La patria della sedia italiana torna ad essere protagonista alla Fiera del Mobile di Colonia. Un rinnovato ottimismo e la riapertura del mercato tedesco verso i prodotti italiani e friulani sta dando un'iniezione di fiducia al Distretto della Sedia di Manzano (Udine, Italy), che dopo questa esperienza positiva già vede partire nuovi ordini.

"In fiera si è respirata un'aria positiva - riferisce Manuela Marzona, della Softline All Kit di Pavia di Udine -, tant'è che la parola crisi è stata sempre evitata. Inoltre la presenza di visitatori internazionali, dagli americani agli indiani, è sicuramente aumentata rispetto al passato. In generale il "Made in Italy" viene percepito come garanzia di bellezza e qualità di prodotto e di servizio". Manzano insomma, riferiscono gli espositori rappresentanti del Distretto, viene ancora riconosciuta come patria della sedia, "e questo - continua Marzona - fa crescere la voglia di dedicare forza al mercato tedesco e ci fa tornare "a casa" con maggiore ottimismo e fiducia". "Una buona affluenza - conferma Franco Di Fonzo della Frag di Pradamano -, molto più rispetto alle edizioni precedenti. Tanti i professionisti del settore interessati, ora ci attendiamo i risultati nei prossimi mesi".

La Fiera di Colonia sta finalmente ripartendo, e il mercato tedesco, storicamente importante per la sedia friulana, sta dando segni di vitalità e di grande attenzione per i prodotti del Distretto. La stessa presenza di prestigiosi brand italiani e di grosse aziende friulane come Calligaris e Moroso indicano l'attrattività del mercato tedesco. "Una piacevole sorpresa - aggiunge Antonino Potocco della Potocco di Manzano -, l'edizione 2012 ha registrato un'affluenza in crescita rispetto agli altri anni".

"Si è notata la voglia della Germania di riprendere le posizioni di mercato perse in questi anni e di fare da traino - riporta Matteo Tonon della Tonon di Manzano -, un buon clima che lascia intravedere un inizio d'anno positivo. Quello tedesco è certamente un mercato difficile e selettivo, le nostre aziende devono essere in grado di fornire molti servizi". Alcune hanno già ricevuto ordini: "davvero un'aria di rinnovata fiducia - ribadisce il Vicepresidente dell'Asdi Sedia di Manzano Alberto Gortani - , c'è l'impegno ad andare avanti e a lavorare di più per sviluppare il business".

Ultime news

Periodico online registrato presso il Tribunale di Udine il 28 gennaio 2012 n° 1