take a seat

© Alberto Ferretto ph.

LA SEDIA VIAGGIATRICE DI ANGELO CAMPIGLIO

27.04.2012 ways of seating Design Team Fabrica

 

 

© Alberto Ferretto ph.

 

 

Rannicchiata nel cuore di Milano, a pochi passi dal fermento di Piazza San Babila, troviamo la serenità di Villa Necchi Campiglio. Questa magnifica villa circondata da magnolie è stata l'ambientazione ideale per l'elite milanese degli Anni '20. E’ qui che le sorelle Nedda e Gigina Necchi e Angelo Campiglio, il marito di Gigina, hanno vissuto una vita di pura gratificazione, circondate da oggetti pregiati e da buona compagnia. Fabrica è stata invitata ad interpretare lo spirito di questa villa stupenda e dei suoi tre abitanti, come se fosse un museo d'arte. I giovani designer si sono immersi nello stile di vita dei Necchi Campiglio creando una collezione speciale di oggetti ispirati alla villa. In ognuna delle 23 stanze si potrà trovare un oggetto contemporaneo, pensato per essere la controparte all'allestimento vintage degli interni. Uno dei pezzi più peculiari e distintivi è nello studio ed è la sedia da viaggio di Angelo Campiglio. Per capire meglio questa sedia e le motivazioni che hanno portato alla sua realizzazione, bisogna fare un passo indietro nel tempo e focalizzarsi sulla persona per cui è stata disegnata. Angelo Campiglio era l'uomo di casa, il marito di Gigina Necchi e la personificazione del concetto di gentiluomo italiano. La sua vita ha girato attorno al lavoro, la caccia e il divertimento - sia a Villa Necchi che nell'appartamento parigino sempre di sua proprietà. Quando Angelo viaggiava, lo faceva con stile, portando con sé la sua scrivania di mogano. All'apparenza classicheggiante, la scrivania nasconde un moderno e complesso meccanismo che consente di chiuderla su se stessa rendendola compatta e pratica da trasportare. La sedia trova collocazione nello studio, la stanza che più si allinea con la sua personalità. Essa è sobria e compatta, con delle pannellature in palissandro che rivestono le pareti, nascondendo una cassaforte e due vani per l’archivio. La "Sedia da Viaggio" è un tributo ai viaggi di Campiglio, immaginata per essere una seduta occasionale pronta per essere piegata ed offerta ad un ospite. La base in legno solido è in tinta con lo studio, mentre la parte soprastante in pelle ci rimanda alle battute di caccia delle sorelle e dà all'oggetto leggerezza e compattezza. Come la scrivania, la sedia si basa su un meccanismo ingegnoso che consente di piegarla. La natura da viaggio è intrinseca alla forma dell'oggetto, con delle maniglie visibili e delle finiture lussureggianti in stile nomade. Chiaramente Angelo ha vissuto una vita molto diversa dalla nostra. Il suo interesse per i viaggi e la sua volontà di trasportare gli oggetti con lui è qualcosa che possiamo facilmente cogliere. La Sedia da Viaggio è una bellissima scusa per portare il romanticismo del passato in un contesto contemporaneo. La Sedia da Viaggio e altri oggetti disegnati da Fabrica saranno presentati nella mostra “Villa Necchi. Dettagli di Vita e Nuove Visioni” che si terrà dal 13 aprile all'8 maggio 2012 presso Villa Necchi Campiglio in Via Mozart 14 a Milano.

 

 

© Alberto Ferretto ph.

 

 

Ultime news

Periodico online registrato presso il Tribunale di Udine il 28 gennaio 2012 n° 1